Agriturismo:esterniL' azienda agricola dei fratelli Fumu, situata a “Ludurru”, piccola località dell’ entroterra sassarese a qualche chilometro da Padru sulla strada che porta ad Alà dei sardi esiste da sempre ; dando vita negli ultimi 15 anni all' attività agrituristica con l' agriturismo “ludurru” noto nella zona come agriturismo  ” Fumu”.  Esterni Agriturismo:terreni circostanti La sua posizione geografica ,  ha permesso negli anni agli ospiti e visitatori ( più o meno illustri) di godere di un panorama mozzafiato di invidiabile bellezza che negli anni ha regalato momenti indimenticabili di relax completamente immersi nella natura. L'Agriturismo "Ludurru"  presenta ai suoi ospiti trentacinque ettari attorno ad essa a circa venti chilometri dal mare lungo le campagne della zona che vengono denominate “dulgherì” ; offre ospitalità con camere con bagno e mini appartamenti dotati di servizi arredate con cura e con il gusto della zona; tutte con veranda con vista. Dotata di ampia sala , a tavola, ci accomoda in un ambiente familiare e confortevole gustando tutte le specialità della casa; la degustazione si può anche gradire all’ esterno in un apposito spazio adiacente la struttura. Aperto tutto l ‘anno su prenotazione per chi vorrà esser nostro gradito ospite saremmo lieti di fare gli onori di casa come nella nostra tradizione.

carro antico Avendo una tradizione di azienda agricola la struttura offre ai suoi visitatori prodotti gastronomici tipici come il formaggio ( “su casu – tittighedda “, il prosciutto , le salsicce, il vino, il pane, la pasta,la verdura   tutti di produzione propria. 
Lo sviluppo in questi ultimi anni delle strutture agrituristiche ha permesso anche alle attrattive turistiche della zona di essere conosciute e valorizzate ed apprezzate come da sempre il villaggio di “ Badu Andria”, antico borgo oggi abbandonato, di genti che provenivano da “S’Artu de Buddusò”, che per trasumanza del bestiame, si stanziarono lentamente un po’ più a valle, fondando il paese di “Baduandria” appunto; La zona di “LUDURRU”prende il nome da una storia antica che narra che la zona fosse impraticabile a causa del fango( Ludu) e dei rovi  ( rhù); nel corso degli anni la zona si e trasformata per mezzo dell’ intervento umano rendendola ospitale come la si vede.
il paese   Della storia di questa terra troviamo ora tracce nelle manifestazioni religiose che si tengono nell arco di tempo tra fine maggio e settembre. Tra queste ricordiamo l’ ultimo fine settimana di maggio la festa di S. Elias , festa patronale campestre della zona in cui si offre agli ospiti la pecora in cappotto ( fatta bollire con patate e cipolle).Ad agosto viene festeggiato S. Antonio con le stesse tradizione che simboleggia l ospitalità della zona e si tiene la domenica successiva a Ferragosto. Chiude la stagione durante il mese di settembre il primo venerdì del mese la commemorazione della Madonna del rosario con festeggiamenti che culminano con una cena per tutti i partecipanti;. ad allietare tutte le feste i balli e i canti tipici della nostra terra con i canti a tenores e i suoni delle launeddas.